venerdì 22 febbraio 2019

LA PSICOLOGIA DEI CHAKRA E COME RISVEGLIARLI, DUE INCONTRI PUBBLICI GRATUITI!


Lo studio dei chakra risulta essere fondamentale per la realizzazione di un cammino interiore in quanto ci da la didattica completa necessaria per ritrovare il contatto con la nostra vera realtà: il nostro Essere interiore profondo.
Psicologia e spiritualità non possono essere separate, non si può fare un percorso spirituale senza un’auto-conoscenza, in quanto sono proprio alcuni aspetti psicologici errati che ci fanno essere separati dal nostro Sé Intimo divino.
Entrando in contatto con la nostra vera realtà potremo vivere una vita reale e senza condizionamenti di sorta, ma soprattutto scopriremo i misteri dell’universo, lo scopo della nostra esistenza, etc.
Questi due incontri gratuiti, teorici e pratici, saranno di introduzione al corso di meditazione ed autoconoscenza che si terrà presso la sede dell’Accademia Gnostica S.A.W. di Genova.
Nel primo incontro faremo una panoramica sul nostro mondo interiore psicologico, tratteremo temi come l’ego, la Coscienza, l’Anima, l’Essere.
Nel secondo incontro affronteremo il tema dei sette chakra fondamentali, mettendoli in relazione con la nostra psicologia.

Martedì 12 e 19 Marzo 2019 ore 20:00, presso il Centro civico di Staglieno, in Via Bobbio 21/D di fianco l'Istituto Montaldo.
Per info: 3391839504
gnosigenova@gmail.com

Vi invitiamo dunque a partecipare! Siete i benvenuti.


Davide e Silvia, direttori dell’Accademia Gnostica S.A.W. di Genova.




mercoledì 30 gennaio 2019

LA GNOSI E' LUCE



Affinché ci sia armonia tra le persone, nella coppia, etc. è necessario non soffermarci sui difetti altrui.
Noi abbiamo questa tendenza perché ci fa sentire più “acuti”, più intelligenti, più saggi, più “avanti”.
Affinché ci sia armonia tra le persone è necessario imparare a vedere i propri difetti senza giudicare gli altri.
A cosa serve vedere i difetti degli altri?
L’altro va compreso, non va giudicato, fa parte del proprio addestramento interiore: la comprensione dell’altro ci aiuta a sviluppare compassione, amore.
Sforziamoci, quindi, di vedere l’altro come se non avesse difetti e sforziamoci di vedere solo i nostri difetti.
Se cercheremo di non disperdere energie nel vedere i difetti dell’altro, allora ci sarà armonia tra le persone, nella coppia, e soprattutto dentro di sé, perché quell’energia servirà a nutrire la coscienza.
Il nostro compito è sviluppare compassione, capacità di sacrificio, amore, ma come possiamo farlo se stiamo sempre giudicando l’altro e ci concentriamo sui difetti dell’altro?

Inoltre è importante non vedere solo i propri difetti ma concentrarsi anche sulle virtù dell’Essere, che sono in profondità dentro di noi, altrimenti si finisce col giudicare se stessi.

Una Gnosi vissuta vedendo solo l’ego degli altri e di se stessi è una “Gnosi infernale”, pessimista, avvilente, deprimente.
La Gnosi è luce, speranza, amore, tolleranza, ottimismo, virtù.
Sforziamoci, quindi, di non vedere il difetto nell’altro, altrimenti vedremo solo nemici attorno a noi, ci sentiremo traditi, l’ego è sempre in guerra, non è mai contento.
L’ego degli altri non ci deve tangere, non ci deve ferire, è un problema che non ci riguarda, piuttosto cerchiamo di non provare rancore, disprezzo, odio e sviluppiamo la comprensione, la compassione e l’amore, sacrificando i nostri difetti.
Ricordiamo: la Gnosi è luce, speranza, ottimismo, felicità, virtù,  non facciamo l’errore di viverla attraverso l’ego che la vede solo come una rinuncia, una prigionia, una privazione.




Nella speranza che tutto questo si possa realizzare nelle nostre vite, ricordiamo sempre che nel nostro cuore abbiamo una bilancia, la Bilancia della Giustizia, come insegna la tradizione egizia; facciamo in modo, quindi, che il cuore posto sulla bilancia, non sia pesante come il piombo, ma si alleggerisca sempre di più, diventando più leggero di una piuma!



sabato 26 agosto 2017

ESISTE DIO? AMA TE STESSO CON TUTTO IL CUORE, CON TUTTA L'ANIMA CON TUTTA LA TUA MENTE


Tutte le tradizioni spirituali del mondo ci indirizzano verso un obiettivo: conoscere Dio e vivere in accordo alla Sua volontà.
L'insegnamento gnostico ci spiega chiaramente il concetto di Dio con parole molto semplici: Dio è l'Essere presente in ognuno di noi, quindi Dio non va cercato all'esterno, bensì all'interno di noi.
Ma chi è o cos'è l'Essere? L'Essere è la nostra vera realtà, quello che noi siamo veramente, la nostra vera essenza intima oppressa, offuscata dalla falsa personalità egoica che ne impedisce l'espressione. 
Il punto è questo: noi viviamo una vita falsa perchè la nostra volontà, i nostri pensieri, le nostre emozioni e azioni non corrispondono alla vera e reale identità, la nostra psicologia è condizionata da una realtà falsa che non corrisponde al vero. I nostri pensieri, come le nostre emozioni, etc. non sono originali, autentici, non provengono dalla vera realtà che è l'Essere, ma sono condizionati dall'ego, dagli altri, dalla società, dalla morale, dalle mode, etc. 
Per questo è di vitale importanza cercare Dio, conoscere Dio, amare Dio, cioè cercare se stessi, conoscere se stessi, amare se stessi per ottenere l'autentica felicità.
Noi crediamo di conoscerci ma conosciamo solo (in parte) la nostra falsa personalità.
Quindi qual è la cosa più importante che noi possiamo fare nella nostra vita per rendere la nostra vita un capolavoro? Amare noi stessi, conoscere noi stessi, per pensare, "sentire", ed agire veramente secondo la vera volontà che proviene dall'Essere profondo presente in ognuno di noi.
Quando un dottore della legge chiese a Gesù qual era il più grande comandamento, Gesù rispose: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il più grande e il primo dei comandamenti. E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti» (Mt 22,35-40).
Se consideriamo Dio da questo punto di vista, cioè dal punto di vista gnostico, non si pone neanche il problema dell'esistenza o no di Dio perchè dire che Dio non esiste equivale a negare la propria esistenza. A nessuno verrebbe in mente di negare la realtà della propria esistenza.
Constatato questo smettiamola di perdere tempo dietro inutili diatribe sulle religioni, sull'esistenza o non esistenza di Dio, etc. ed impariamo ad amare noi stessi, conoscere noi stessi, "con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutta la mente", per poter ritrovare l'autentica felicità.
Solo chi conosce se stesso ed agisce in accordo alla volontà del proprio cuore può essere felice e vivere in armonia con l'universo.

giovedì 1 giugno 2017

LE SCUOLE GNOSTICHE DELLA RIGENERAZIONE


“Il Movimento Gnostico e le sue Scuole vogliono formare uomini e donne pazienti, capaci di sopportare le più ardue discipline; vogliono che gli studenti siano amici della Cultura, veri aspiranti alla Scienza Pura. Le Scuole Gnostiche vogliono che i loro membri ‘sentano’ come l’artista, che amino la Scienza, la Filosofia e la Mistica, che vibrino deliziosamente con le colonne corinzie della Grecia, amante della bellezza; che sentano nel loro cuore la mistica di un Francesco di Assisi e che realmente anelino la saggezza dell’Egitto. Le nostre Scuole vogliono che tra i loro membri risplenda la bellezza dello Spirito e la forza dell’Amore, che siano al tempo stesso scienziati e poeti, che possano fare ricerche sull’atomo e fermarsi a meditare sul ruscello canterino che scivola nel suo letto tra le rocce.
Le Scuole della Rigenerazione, raggruppate intorno al Movimento Gnostico Cristiano Universale, vogliono che i loro membri siano capaci di meditare ai piedi delle rovine di Atene o dell’antica Roma, che sappiano ammirare lo scalpello di un Prassitele, che sappiano amare veramente l’umanità intera, che vibrino con la Lira di Orfeo e che cantino con Omero nella terra deliziosa degli Elleni. Questo è il tipo di persone che cerchiamo e per ottenerlo abbiamo metodi e procedimenti, radicati nella più autentica tradizione iniziatica.[...]
La Scuola Gnostica del Quarto Cammino è molto antica: viene dai tempi arcaici, è il fondamento dei Grandi Misteri ed è viva nello gnosticismo degli egizi, dei fenici, dei caldei, etc., e anche negli atlantidei e nei lemuri’.
Bisogna percorrere il sentiero di questo Quarto Cammino; noi dobbiamo procedere in modo equilibrato con la Scienza, la Filosofia, l’Arte e la Religione, che sono le quattro colonne sulle quali poggiano le Scuole Gnostiche’.
Il Quarto Cammino è la Gnosi, la Gnosi di Ermete Trismegisto, la Gnosi degli Esseni, dei Perati o Peraticeni, la Gnosi dei greci, di un Giamblico o di un Pitagora, la Gnosi dei grandi alchimisti medievali, di un Raimondo Lullo, di un Nicolas Flamel, etc., la Gnosi di Gesù di Nazareth, di Paolo di Tarso; la Gnosi dei Misteri di Mitra, di Cartagine, di Troia, dell’Egitto; la Gnosi dei maya, dei nawatl, dei druidi”.
Samael Aun Weor

Per info: Davide E Silvia
gnosigenova@gmail.com